Archivi categoria: discoteche

PERVERT GOLD

Il pervert gold è una delle serate più sentite,che si svolgono presso l Hollywood di Milano…bell,bellissimo e ancor di più………….

Annunci

Nuove norme sicurezza: a chi guida niente alcol in discoteca

Il Consiglio dei ministri ha approvato il disegno di legge del ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi sulla sicurezza stradale. Il provvedimento prevede un inasprimento delle sanzioni penali e pecuniarie per guida pericolosa, guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di stupefacenti. Inoltre il ddl è rinforzato da altri provvedimenti ministeriali. Tra questi un nuovo codice etico per evitare le stragi del sabato sera. Il governo e le associazioni di categoria hanno infatti firmato un codice di autoregolamentazione per individuare all’ingresso delle discoteche chi sia il guidatore, per il quale saranno vietati gli alcolici. Nel presentare il codice insieme al ministro per le politiche giovanili Giovanna Melandri, il ministro dell’Interno, Giuliano Amato, ha indicato in un milione di controlli sulle strade l’obiettivo per il 2007, per prevenire gli incidenti dovuti il più delle volte all’eccessivo consumo di alcool dopo le serate in discoteca o altri locali.

                                                                           20070316_164653_5b2c61d8.jpg

Per Amato, “occorre persuadere e educare i giovani a non bere quando in un gruppo devono guidare. Questo non significa dover passare le serate all’oratorio, né bere acqua minerale non frizzante. Possono passare serate di divertimento e bere alcolici, ma devono imparare che quello che nel gruppo quella sera guida non deve bere” Nel ddl Bianchi a modifica degli articoli 186 e 187 del Codice della strada sono previsti inasprimenti, arresto e supermulte, per chi guida in stato di ebbrezza e sotto l’effetto di stupefacenti. La guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti, spiega il ministro dei Trasporti Alessandro Bianchi “determina almeno il 30% degli incidenti gravi che si verificano nel nostro paese”. Le sanzioni riguardano, aggiunge il ministro, “fasce di tasso alcolemico compreso tra 0,5 e 1,5 grammi al litro per le quali è previsto il fermo amministrativo del veicolo. Se si supera 1,5 grammi al litro è prevista la confisca dell’auto”.
In particolare, chiunque guida in stato di ebbrezza o in stato di alterazione psico-fisica dopo aver assunto sostanze stupefacenti o psicotrope è punito con l’arresto “fino a tre mesi” (era fino a un mese) e con “l’ammenda da 1.000 a 4.000 euro” (era da 258 a 1.032 euro). Se il conducente provoca un incidente stradale, la pena è “l’arresto da due a sei mesi e l’ammenda da 3.000 a 12.000 euro”. Tra i casi di revoca della patente di guida connessi alla guida in stato di ebbrezza o sotto l’influenza di stupefacenti, viene previsto il caso del conducente recidivo nelle violazioni nel corso di un biennio: “si ritiene che tale comportamento renda manifesta una situazione più grave, probabilmente, correlata all’abituale eccesso di alcool o di uso di stupefacenti”.

Ancora più dure le sanzioni per i neopatentati nel nuovo articolo 218-bis del codice della strada. Nei primi tre anni successivi al conseguimento della patente se per una violazione delle norme è prevista la sospensione della patente, “la durata della sospensione è aumentata di un terzo alla prima violazione e raddoppiata per le violazioni successive”.

Nei primi tre anni, i neopatentati non possono guidare auto che superino i 60 kw nel rapporto potenza-peso, spiega Bianchi, e la limitazione vale per un periodo di 3 anni. Per quanto riguarda la velocità dei veicoli “che incide per il 15% sui comportamenti che generano incidenti”, sottolinea Bianchi, “vengono modificate le fasce dei limiti di velocità che passano da 3 a 4, e vengono inaspriti i limiti”. Inoltre verranno tolti dieci punti di patente a chi supererà il limite di velocità di oltre 60 km/h. Revoca della patente per chi ripete la stessa violazione in un biennio.Previsto anche un inasprimento delle sanzioni pecuniarie per l’utilizzo di telefonini e trasmittenti, “nell’ambito delle norme già previste”.

Per quanto riguarda la guida professionale, “sono già previste delle limitazioni del numero di ore e della durata del periodo di riposo”, ricorda Bianchi. Ora sono previste “sanzioni in misura più pesante anche per chi altera i libretti in cui si possono verificare questi periodi”. Il ddl sulla sicurezza stradale approvato dal Cdm prevede infine la revoca della patente “chi fa conversione o va contromano su strada e autostrada di grande scorrimento”. Inasprimento delle sanzioni anche per “chi viola i diritti di precedenza su attraversamento pedonale in prossimità di scuole o passaggio di bambini”.