Archivio dell'autore: fraong

SEBASTIANO TIRALONGO PASTORE ERRANTE DELL’ASIA

seba.jpg

CHE FAI TU,LUNA,IN CIEL?/DIMMI CHE FAI,/SILENZIOSA LUNA?/SORGI LA SERA , E VAI,/CONTEMPLANDO I DESERTI;/INDI TI PORSI./ANCOR NON SEI TU PAGA/DI RIANDARE I SEMPITERMI CALLI?(………………)/DIMMI(……………)A CHE VALE//…..LA(…………)VITA/…..OVE TENDE/QUESTO VADAR MIO BREVE……

GIACOMO LEOPARDI


SEBASTIANO TIRALONGO TWIN TOWER

fuoco.jpg

11-09-2001.


SEBASTIANO TIRALONGO TABRIZ

tabriz.jpg

LA TERRA VI CONCEDE IL SUO FRUTTO E,BASTERA’ SE VOI SAPRETE RIEMPIRVENE LE MANI.SCAMBIANDOVI I DONI DELLA TERRA VI SAZIERETE DI RICCHEZZE RIVELATE.MA SE LO SCAMBIO NON AVVERRA’ IN AMORE E IN BENEFICA GIUSTIZIA,FARA GLI UNI AVIDI E GLI ALTRI AFFAMATI.E NON LASCIATE CHE TRATTI CON VOI CHI HA LA MANO STERILE,PERCHE’ VI DARA CHIACCHERE PER LA VOSTRA FATICA.E A TALI UOMINI DIRETE:”SEGUITECI AI CAMPI O ANDATE CON I VOSTRI FRATELLI A GETTARE LE RETI NEL MARE ;POI CHE A VOI SI MOSTRERANNO GENEROSI COME A NOI SI MOSTRARONO LA TERRA E IL MARE”.E SE COLA’ VERRANNO I DANZATORI E I CANTANTI E I SUONATORI DI FLAUTO,COMPRATE PURE I LORO DONI.POI CHE ANCHE ESSI RACCOLGANO INCENSI E FRUTTA,E CERCANO ALL’ANIMA MOSTRA CIBO E ORNAMENTO,QUANTUNQUE’ LO FACCIANO N SOGNO.E PRIMA DI LASCIARE LA PIAZZA DEL MERCATO BADATE CHE NESSUNO SIA ANDATO VIA A MANI VUOTE .POI CHE LO SPIRITO SUPREMO DELLA TERRA NON DORMIRA’ PACIFICO NEL VENTO,FINCHE’ IL BISOGNO DELL’ULTIMO TRA VOI NON SIA SAZIATO.

G.K.GIBRAN


TIRALONGO SEBASTIANO STELLA DIANA

stella-diana.jpg

SENSAZIONI INTENSE SI SPRIGIONANO DAI SUOI BARATTOLI CHE CONTENGONO E DISPENSANO NELL’AMBIENTE AROMI E FRAGRANZE NATURALI.PERDERSI NEL COSMO ASSUME IL SENSO DI UNA SUSPENCE LIBERA E MAGICA.L’ARTISTA TIRALONGO SEMBRA SUGGERIRE CHE LE STRADE DELLA CONTEMPORANEITA’ TROVANO NELLA MATERIA E NEL MITO I SINTOMI DI FORZE ENIGMATICHE E PRESAGHE DELL’ANIMA.

MAURIZIO GRANDE

ASTRI E SOLI COME “REFERENTI PERDUTI”DELLO SPIRIT,PER CITARE UNA DEFINIZIONE DI J.BAUDRILLARD :ESSI INDICANOUNA VIA MAGICA,FANNO DA TRAMITE TRA L’UOMO E L’ASSOLUTO,SI CONTRAPPONGONO CON IL LORO CALORE ALL’OPACITA’ DELLA NONCONOSCENZA.L’ARTISTA COSTRUISCE UNA STORIA CHE ALLUDE AI CAMBIAMENTI DELLE STAGIONI-E DUNQUE DEGLI UMORI VITALI DI CUI ESSE SONO SPECCHIO-E INDICA I MUTAMENTI DELLA TERRA ESPRESSI ATTRAVERSO LA FRUGIFERAZIONE.

ETHEL  SVEVI


SEBASTIANO TIRALONGO “LA NASCITA DEL COSMO”

fico.jpg

L’ artista Sebastiano tiralongo srotola da qualche tempo ,da qualche anno, un nastro di immagini paradigma che si rincorrono come forme danzanti sulle asperità calde della terra,sulla preziosa fragilità della materia incisa e raccolta dalle profonde tasche del tempo.La prima sensazione che si avverte viaggiando nel percorso artistico di Tiralongo,e in special modo in questo suo tempo artistico è nel sospendere il tempo per respirare atmosfere solari e frammenti legate alle insolvibili domande sospese nel tempo,che si affaccia sul nulla,è quella di un ritmo lieve ed interrotto,quasi una melodia dimenticata di cui non si conoscono più le regole,ma che ci appartengono da sempre o – meglio- a cui tutti apparteniamo.Ogni momento diventa processo di sviluppo emotivo consolidato dall essere energia universale,ogni gesto si snoda nel successivo,ogni linea,incisione scultorea carpita alle atmosfere e all’ energia che si riflette nel suo doppio. A.L. MASTERS

Siamo qui ed è adesso.Al di là di questo,tutta l’ umana conoscenza è chiaro di luna. H.L. MENCKEN


SEBASTIANO TIRALONGO “ATOUT2

L’opera,custodisce e tesaurizza frammenti di una realtà inesauribile:nella mescolanza di ordine e disordine trova la via per far emergere nuove configurazioni.Aulitto fa germinare gli elementi della natura nel colore (che diventa una forza strutturante dell’opera)e nella luce (che trasla nell’opera le vibrazioni cosmiche)

dscn1336.jpg

Raccontando una storia intrisa di languori,di rumori sottili incidendo nel profondo dell’ingonscio collettivo come un oggetto di inestimabile valore e di forte affetto,che ne ricorda le essenze,i ricordi e le energie.Collegare insieme,dare corpo alle memorie,creare un legame tra la materia sottile e la complicità che va ben oltre il testo.

ANTONELLA BUGEA


SEBASTIANO TIRALONGO OMAGGIO AD ALBERTO TESTA

TUTTA UNA VITA MUOVENDOSI SULLE PUNTE