Archivi del mese: novembre 2007

SEBASTIANO TIRALONGO PASTORE ERRANTE DELL’ASIA

seba.jpg

CHE FAI TU,LUNA,IN CIEL?/DIMMI CHE FAI,/SILENZIOSA LUNA?/SORGI LA SERA , E VAI,/CONTEMPLANDO I DESERTI;/INDI TI PORSI./ANCOR NON SEI TU PAGA/DI RIANDARE I SEMPITERMI CALLI?(………………)/DIMMI(……………)A CHE VALE//…..LA(…………)VITA/…..OVE TENDE/QUESTO VADAR MIO BREVE……

GIACOMO LEOPARDI


SEBASTIANO TIRALONGO TWIN TOWER

fuoco.jpg

11-09-2001.


SEBASTIANO TIRALONGO TABRIZ

tabriz.jpg

LA TERRA VI CONCEDE IL SUO FRUTTO E,BASTERA’ SE VOI SAPRETE RIEMPIRVENE LE MANI.SCAMBIANDOVI I DONI DELLA TERRA VI SAZIERETE DI RICCHEZZE RIVELATE.MA SE LO SCAMBIO NON AVVERRA’ IN AMORE E IN BENEFICA GIUSTIZIA,FARA GLI UNI AVIDI E GLI ALTRI AFFAMATI.E NON LASCIATE CHE TRATTI CON VOI CHI HA LA MANO STERILE,PERCHE’ VI DARA CHIACCHERE PER LA VOSTRA FATICA.E A TALI UOMINI DIRETE:”SEGUITECI AI CAMPI O ANDATE CON I VOSTRI FRATELLI A GETTARE LE RETI NEL MARE ;POI CHE A VOI SI MOSTRERANNO GENEROSI COME A NOI SI MOSTRARONO LA TERRA E IL MARE”.E SE COLA’ VERRANNO I DANZATORI E I CANTANTI E I SUONATORI DI FLAUTO,COMPRATE PURE I LORO DONI.POI CHE ANCHE ESSI RACCOLGANO INCENSI E FRUTTA,E CERCANO ALL’ANIMA MOSTRA CIBO E ORNAMENTO,QUANTUNQUE’ LO FACCIANO N SOGNO.E PRIMA DI LASCIARE LA PIAZZA DEL MERCATO BADATE CHE NESSUNO SIA ANDATO VIA A MANI VUOTE .POI CHE LO SPIRITO SUPREMO DELLA TERRA NON DORMIRA’ PACIFICO NEL VENTO,FINCHE’ IL BISOGNO DELL’ULTIMO TRA VOI NON SIA SAZIATO.

G.K.GIBRAN


TIRALONGO SEBASTIANO STELLA DIANA

stella-diana.jpg

SENSAZIONI INTENSE SI SPRIGIONANO DAI SUOI BARATTOLI CHE CONTENGONO E DISPENSANO NELL’AMBIENTE AROMI E FRAGRANZE NATURALI.PERDERSI NEL COSMO ASSUME IL SENSO DI UNA SUSPENCE LIBERA E MAGICA.L’ARTISTA TIRALONGO SEMBRA SUGGERIRE CHE LE STRADE DELLA CONTEMPORANEITA’ TROVANO NELLA MATERIA E NEL MITO I SINTOMI DI FORZE ENIGMATICHE E PRESAGHE DELL’ANIMA.

MAURIZIO GRANDE

ASTRI E SOLI COME “REFERENTI PERDUTI”DELLO SPIRIT,PER CITARE UNA DEFINIZIONE DI J.BAUDRILLARD :ESSI INDICANOUNA VIA MAGICA,FANNO DA TRAMITE TRA L’UOMO E L’ASSOLUTO,SI CONTRAPPONGONO CON IL LORO CALORE ALL’OPACITA’ DELLA NONCONOSCENZA.L’ARTISTA COSTRUISCE UNA STORIA CHE ALLUDE AI CAMBIAMENTI DELLE STAGIONI-E DUNQUE DEGLI UMORI VITALI DI CUI ESSE SONO SPECCHIO-E INDICA I MUTAMENTI DELLA TERRA ESPRESSI ATTRAVERSO LA FRUGIFERAZIONE.

ETHEL  SVEVI