PAIK&JUNE

 paik.jpg

E’ scomparso di recente, il 29 gennaio 2006, Nam June Paik. Il grande artista fu uno dei primi a riconoscere le potenzialità del media elettronici e a lavorare con essi manipolandoli e utilizzandoli come sculture o parti di esse riflettendo sulla loro influenza nella cultura contemporanea.

Paik fu l’organizzatore del gruppo Fluxus in Europa, il movimento artistico nato verso la fine degli anni ’50 negli Stati Uniti che intendeva diffondere una idea di arte che trasformasse l’azione del corpo in performance artistica. Fluxus era portatore di istanze new dada che tentavano di portare la sensibilità della vita artistica nella vita di ogni giorno, al fine di colmare il divario tra vita e arte. Gli artisti Fluxus inoltre non prediligevano una tecnica artistica in particolare, ma puntano alla commistione di video, fotografia, pittura, il tutto unito in magnifiche e dissacranti performance. Anche Paik, in questo senso, sperimenta la sua arte in musica, fotografia, video, installazioni e vere e proprie azioni.

Senso ludico e gusto della provocazione dadaista e surrealista caratterizzavano le action e le performance degli artisti Fluxus come in Etude for piano del 1960 di Nam June Paik che prevedeva la distruzione di due pianoforti, il taglio della cravatta e lo shampoo senza preavviso a J. Cage.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: